ortoedintorni presenta: polpette bieta e ricotta

Ode alla bieta!

Tenace e impavida bieta

ricresce ad ogni taglio e se ne freca

e ancor più forte e decisa che pria

innalza il suo verde fogliame a costa

per condir i nostri piatti austeri 

di gaia saporita letizia

Le polpette Bieta e Ricotta

polpettebetaericotta

Ingredienti per una ventina di polpette:

400 grammi bieta già lessa e strizzata, tagliata grossolanamente
250 grammi ricotta
4 cucchiai parmigiano
1 uovo
2 cucchiai pangrattato
Pangrattato, olio evo, sale e pepe

Strizzare bene la bieta lessa e tagliuzzarla, quindi impastarla con l’uovo, la ricotta, il parmigiano, due cucchiai di pangrattato, salare e pepare.

Formare delle palline schiacciate oppure dei piccoli supplì, rotolarli nel pangrattato e disporli su una pirofila antiaderente oliata, tipo quella da pizza.

Infornare sul secondo ripiano dal basso in forno caldo a 200 gradi circa, 15 minuti poi voltare per farle rosolare dall’altra parte altri 15 minuti circa.

Servire tiepide o a temperatura ambiente, sono buonissime anche il giorno dopo.

A.V.

Nota: la ricetta  polpette bieta e ricotta è tratta interamente dal blog “La foresta incantata” di Laura Mastrantonio,  http://laforestaincantata.blogspot.it/2008/08/polpette-bieta-e-ricotta.html, visitato venerdì 6 dicembre 2013

Annunci

ortoedintorni presenta: ricetta col cavolo di stagione

Si coltiva da marzo fino ad ottobre.Si raccoglie dopo circa 55 giorni dal trapianto.Maturazione precocissima ed ottima resistenza alle spaccature.Testa perfettamente piramidale di un bellissimo colore verde, che arriva a pesare sino a 1 kg.Molto adatto a trapianti autunnali per raccolta primaverile.

Una ricettadistagione ( solo per onnivori ) per questo cavolo di stagione:

Gli spaghetti alla chitarra con il cavolo cappuccio ( tratto da http://panzaepresenza.blogspot.it/2012/10/gli-spaghetti-alla-chitarra-con-il.html )

spaghetti alla chitarra

Ingredienti:

mezzo cavolo cappuccio

una cipollina

olio extravergine d’oliva

150 g di pancetta coppata ( meglio se a dadini)

abbondante prezzemolo tritato

sale (poco) e pepe q.b.

brodo di dado

320 g di pasta formato spaghetti Rummo

un pugno di parmigiano grattugiato

 

Rosolare in un tegame la cipolla finemente tritata in olio extravergine d’oliva. Aggiungere poi il cavolo cappuccio a listarelle ed insaporire il tutto per qualche minuto.Unire poco brodo di dado ben caldo e continuare la cottura. Quando il brodo è quasi tutto asciugato ed il cavolo cappuccio è cotto,aggiungere la pancetta coppata a dadini (la mia era a fette è l’ho tagliuzzata con il coltello) ed abbondante prezzemolo tritato. Assaggiare e,se è il caso,aggiustare di sale mettendone qualche pizzico. Completare con una bella macinata di pepe nero e terminare la cottura.

Il condimento sarà pronto per condire gli spaghetti solo quando si presenterà ben asciutto.

A parte cuocere gli spaghetti e,dopo averli scolati,versarli dentro il tegame facendo mantecare il tutto. Un pugno di parmigiano renderà il piatto più squisito.

PROVATECI…GUSTO!

A.V.