qualche nota su perfetta e sublime consociazione (1)

Evviva le consociazioni! Hanno un potenziale molto importante nel nostro orto, dove le verdure risultano mischiate insieme, creando un’immagine di disordine e caos generale. Le consociazioni possono essere positive o negative, o per dirla in modo diverso le piante possono essere amiche e crescere bene l’una affianco all’altra o nemiche e disturbarsi nella crescita. Perché le piante stiano bene è necessario evitare di consociare piante della stessa famiglia (come pomodori e patate o pomodori e melanzane, tutte appartenenti alla famiglia delle solanacee); piante della stessa famiglia infatti invece che “distrarre” i parassiti li attirerebbero.

Un successo (o insuccesso) di questa pratica dipende inoltre in larga parte dagli essuduati radicali, sostanze di scarto della fotosintesi che vengono rilasciate nel terreno dalle piante, con effetti positivi o ostativi sulla crescita della pianta vicina. Altri elementi di cui bisogna tenere conto nel praticare le consociazioni sono i tempi e le dimensioni di crescita delle piante: meglio affiancare piante a ciclo più breve ad altre a ciclo più lungo (come nel caso dello spinacio con il cavolo), e consociare piante grandi con piante che riescano a crescere un po’ all’ombra.   

Qui parlerò di alcune consociazioni (alcune famose altre meno) e della loro importanza, particolarmente nel disturbare i parassiti.

Pomodoro e Basilico

Entrambe le piante ne sembrano essere avvantaggiate, in particolare il basilico gode dell’ombreggiatura che gli offre il grande pomodoro durante i giorni in cui la calura si fa più elevata. Il basilico dal canto suo disturba le cimici che, almeno in Pianura Padana, sono uno dei parassiti più aggressivi dei pomodori. Questa consociazione inoltre migliora il sapore dei pomodori.

 Pomodoro e Cavolo

Questa consociazione è utile nel disturbare la cavolaia, che depone le sue uova gialle sui cavoli, da cui nascono i rinomati bruchetti. L’efficacia di questa consociazione tuttavia si riduce al tempo in cui sulla stessa aiuola sono presenti pomodori e cavoli contemporaneamente: nel nostro caso il suo effetto si è sentito fino ad un paio di settimane fa quando ancora i pomodori erano presenti. Un altro difetto di questa consociazione sta nel fatto che i grandi pomodori potrebbero ombreggiare eccessivamente i piccoli cavoli, provocando in questi ultimi una crescita rallentata e quindi un cavolo di dimensione minore o ostacolare la formazione del corimbo per i cavolfiori.

Cipolla E Carota

la cipolla protegge la carota dalla mosca della carota e quest’ultima svolge un effetto repellente verso la mosca della cipolla.

Patate e Fagioli

I fagioli tengono lontana dalla patata la voracissima dorifora. Dal canto suo la patata tiene lontano il tonchio dai fagioli. Questa consociazione inoltre aiuta le patate poiché i fagioli rilasciano azoto atmosferico nel terreno fissandolo attraverso i tubercoli radicali.

Presto parleremo ancora di altre consociazioni e di alcune accortezze su come attuarle al meglio.

G.V.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...