Emilia Hazelip, nostra ispiratrice

emilia
Emilia Hazelip, allieva di Fukuoka, pensò ad elaborare un sistema che rendesse il metodo Fukuoka, adatto alle esigenze dell’agricoltura occidentale. Infatti il maestro aveva applicato la sua filosofia del non fare in Giappone, dove riusciva, senza lavorazioni del terreno, a raccogliere più raccolti di cereali durante l’anno. Ed ecco qui uno dei principi più rivoluzionari di Fukuoka e della sua agricoltura del non fare, ripresi poi dalla Hazelip: non si lavora il terreno. Nell’orto sinergico, ideato dalla Hazelip, dopo avere costruito i bancali, non si ara, non si passa con la fresa, e non si usa neppure il forcone foraterra. Ma non solo durante l’anno di costruzione dei bancali; semplicemente non si fa più.

Altri principi fondamentali sono:

-non si utilizzano concimi (neanche biologici), seppure una lieve concimazione è accettata al momento della costruzione dei bancali, anche perché il processo di costruzione dei bancali consuma azoto;

-non si utilizzano antiparassitari, neanche biologici, ma si lascia fare alla natura che si autoregola, attraverso le lotte fra parassiti e predatori;

-una volta preparati i bancali non si calpesta più il terreno degli stessi per non compattarlo;

-l’irrigazione è assicurata dall’impianto a goccia;

-il terreno deve sempre essere coperto di uno spesso strato di pacciamatura;

-non si diserba;

-bisogna attuare le consociazioni tra piante. Infatti in ogni bancale devono essere presenti almeno tre famiglie di piante diverse: una liliacea (come aglio e cipolla che normalmente occupano gli spazi alla base dei bancali e che fungono da deterrente contro insetti e parassiti vari), una leguminosa (come fagioli, fave e piselli, che fissano l’azoto atmosferico rendendolo disponibile nel terreno alle altre piante) e una verdura comune (come il pomodoro, la melanzana, ma anche il melone, l’anguria o la zucca).
Questi principi ci hanno guidato nella creazione di parte del nostro orticello.

G.V.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...